Flexo 75 150-180 120

Tale materiale viene prodotto con ferrite, gomma ed altri componenti che formano una ricetta messa a punto dalla MyP Magnetica Italiana Srl in svariati anni di esperienza nel campo produttivo. Il materiale viene granulato, estruso, magnetizzato e quindi arrotolato su bobine di dimensioni diverse. La gomma magnetica Flexo 75 viene venduta in rotoli da 25/50mt a seconda dello spessore e della larghezza richiesta. E’ possibile effettuare taglia a misura. Lo spessore varia da mm. 1.2 a 2.0 mentre la larghezza della striscia prodotta varia da mm. 9 a 70. La MyP MAGNETICA ITALIANA Srl, proprio grazie alla sua grande esperienza e flessibilità nella produzione, ha inoltre a disposizione una vasta gamma di filiere con profili e dimensioni diverse, approntate su richieste e disegni specifici inviati del cliente.

Il Flexo 75 è quindi un magnete permanente che in funzione del materiale impiegato e del processo di produzione è conveniente economicamente per le seguenti applicazioni:

  • porta cartellini a forma di C di spessore mm. 1.2 e larghezza interna a partire da mm. 15 fino a 70. A richiesta è possibile anche fornire cartoncino e PVC già tagliati a misura o in strisce da 1 mt.
  • profili sagomati che vengono impiegati per esempio nelle porte del box doccia, nelle chiusure delle zanzariere, negli sportelli dei frigoriferi.
  • piattine (strisce magnetiche) negli spessori mm. 1.2 – 1.5 – 2.0

La caratteristica che contraddistingue la plastoferrite isotropica Flexo 75 è il suo processo di produzione: essa viene prodotta, anziché tramite calandratura, tramite estrusione. Tale procedimento non permette l’orientazione molecolare dei monocristalli, pertanto si ha un materiale con valori magnetici inferiori rispetto alla plastoferrite anisotropica. È quindi un materiale il cui utilizzo non prevede forze magnetiche consistenti poiché la magnetizzazione, a più polarità sulla lunghezza del pezzo, si concentra su una sola superficie.

La plastoferrite orientata anisotropica da noi denominata FLEXO 150 – 180 è ottenuta mescolando la polvere ferritica (ottenuta a sua volta dall’ossido di ferro mescolato a carbonato di stronzio – per polvere ferritica si intende quindi il composto chiamato “stronzioferrito”, ottenuto per reazione chimica alla stato solido tra ossido di ferro e carbonato di stronzio) con altri materiali, ad esempio la gomma nitrilica (NBR), che formano una ricetta creata appositamente dalla Magnetica Italiana Srl. Da questa mescola, ottenuta mediante un mescolatore dotato di due cilindri che ruotano a velocità differenti, si produce quel materiale che viene denominato vergine.
Questo materiale vergine, a cui vengono uniti gli sfridi di lavorazione, viene calandrato (la calandra è un mescolatore
a due cilindri che ruotano a uguale velocità) ottenendo poi delle lastre che in un secondo tempo verranno portate allo
spessore richiesto per la produzione.

Nonostante la voluminosità del legante utilizzato, la gomma nitrilica, le plastoferriti FLEXO 150 – 180 si inseriscono nella scala dei valori magnetici tra il magnete ceramico isotropico e quello anisotropico, a differenza dei quali sono infrangibili ed assai facilmente lavorabili.
L’orientazione magnetica (anisotropia) viene creata dall’azione meccanica del processo di laminazione sui monocristalli discoidali dello stronzioferrito. La plastoferrite viene prodotta in lastre direttamente negli stabilimenti della MAGNETICA ITALIANA Srl. Laminando (calandrando) più volte le lastre, si ottiene circa un 80% di orientazione molecolare, che permette di ottenere, dopo la fase di magnetizzazione, alti valori magnetici.
Il materiale così prodotto si presenta in lastre le cui dimensioni sono:
spessore da 0,8 a 8 mm.
larghezza massima 400/450 mm.
lunghezza da 1 mt. a 2,5 mt. a seconda dello spessore.

L’asse, di facile magnetizzazione, è perpendicolare allo spessore  (senso  di  anisotropia). Le lastre possono essere tagliate in strisce, in parallelepipedi, anelli, dischetti o fustellati nelle più svariate forme o forniti nelle dimensioni necessarie con la magnetizzazione a più polarità, passo polare mm. 2.0 – 3.0 – 5.0 – 7.0 – 12.0. Le gomme utilizzate nella formula ha caratteristiche di ottima resistenza agli agenti atmosferici ed all’invecchiamento; ma per quanto riguarda la resistenza agli agenti chimici (grassi, solventi, ecc.) per lunghi periodi è consigliabile la prova nelle condizioni di effettivo impiego. In base alla qualità dei materiali impiegati le plastoferriti FLEXO 150 – 180 possono essere considerate atossiche e soddisfano la norma europea EN71/3 riguardante la cessione dei metalli pesanti. Come già accennato nell’intruduzione la società MAGNETICA ITALIANA Srl è stata la prima a livello Europeo che per prevenire l’eventuale variazione dimensionale dovuta al componente in gomma, in particolar modo la variazione dello spessore dovuta a cambi di temperatura, utilizzando il procedimento di stabilizzazione anziché di vulcanizzazione. Per quanto riguarda l’impiego ad alte temperature, la plastoferrite si può utilizzare:

fino a 100°C in continuo. – fino a 120°C per brevi periodi onde evitare la perdita di flessibilità; oltre i 120° C inizia il processo di bachelizzazione, vale a dire l’indurimento della gomma nitrilica che causa una perdita anche totale di flessibilità e il rischio che la plastoferrite si rompa anche con un urto minimo.

Tale perdita di flessibilità tuttavia non compromette i valori magnetici, poiché è solamente la gomma utilizzata che perde la sua flessibilità. Il coefficiente di temperatura dello %/°C 0,2 è reversibile al variare della temperatura stessa: più precisamente i valori magnetici diminuiscono del 2% ogni 10 gradi di variazione di temperatura, sia positiva che negativa, (ad esempio, se si parte da una temperatura ambientale di 20°C e si arriva fino a 40°C, si ha una perdita del 4%). Tuttavia al ritorno della temperatura iniziale la plastoferrite riprende le sue caratteristiche originali. Durante la produzione il materiale viene provato magneticamente ◦   alla fine della produzione del materiale vergine; ◦   alla fine della produzione delle lastre; ◦   alla fine della produzione della calamita.

L’utilizzo generale della plastoferrite è quello tipico per il quale si chiede un’altra forza coercitiva, corrispondente ad una elevata resistenza alle forze smagnetizzanti (ad es. negli statori dei motori a corrente continua). Tuttavia la plastoferrite, essendo un materiale molto versatile, può trovare impiego in svariate applicazioni, a partire dall’allestimento di stand fieristici, per arrivare all’utilizzo in calzature ortopediche o negli smalti per unghie, per dare risposte alle applicazioni più particolari richieste da clienti appartenenti ai più diversi settori merceologici.

Le plastoferriti FLEXO 150 – 180 Vengono ad esempio utilizzate in:

  • ascensori
  • candele magnetiche
  • cartelli e targhe (pubblicitarie)
  • cilindri pneumatici
  • espositori (es. porta coltelli)
  • giochi e giocattoli
  • giunti magnetici
  • innumerevoli altre applicazioni
bistabile ferrite

DIAGRAMMI DI TENUTA

in funzione dello spessore della calamita e tenendo conto della distanza tra calamita e ferro (“traferro”) 1 = con piastrina in ferro spessore 1 mm. 2 = calamita semplice B = magnetizzazione a due polarità C e C/M = magnetizzazione a più polarità N.B.: I dati sono indicativi in funzione delle variabili possibili Questo diagramma illustra la forza di tenuta delle calamite con diversi spessori e diverse magnetizzazioni per i tre traferri: mm. 0 – 0.25 – 0.5. Le curve riferentisi a calamite con applicato il ferro sul dorso, TIPO 1, evidenziano una forza di tenuta decisamente superiore ai corrispondenti TIPI 2 (calamite senza ferro). Risulta chiaro che, con l’opportuna magnetizzazione, è possibile ottenere migliori prestazioni e conseguentemente riduzione dei costi. BISTABILE IN FERRITE Polarità sud verniciata in bianco • Sud • Nord Questo materiale non è di nostra produzione

L’asse, di facile magnetizzazione, è perpendicolare allo spessore  (senso  di  anisotropia). Le lastre possono essere tagliate in strisce, in parallelepipedi, anelli, dischetti o fustellati nelle più svariate forme o forniti nelle dimensioni necessarie con la magnetizzazione a più polarità, passo polare mm. 2.0 – 3.0 – 5.0 – 7.0 – 12.0. Le gomme utilizzate nella formula ha caratteristiche di ottima resistenza agli agenti atmosferici ed all’invecchiamento; ma per quanto riguarda la resistenza agli agenti chimici (grassi, solventi, ecc.) per lunghi periodi è consigliabile la prova nelle condizioni di effettivo impiego.

In base alla qualità dei materiali impiegati le plastoferriti FLEXO 150 – 180 possono essere considerate atossiche e soddisfano la norma europea EN71/3 riguardante la cessione dei metalli pesanti. Come già accennato nell’intruduzione la società  MyP MAGNETICA ITALIANA Srl è stata la prima a livello Europeo che per prevenire l’eventuale variazione dimensionale dovuta al componente in gomma, in particolar modo la variazione dello spessore dovuta a cambi di temperatura, utilizzando il procedimento di stabilizzazione anziché di vulcanizzazione. Per quanto riguarda l’impiego ad alte temperature, la plastoferrite si può utilizzare:

Le plastoferriti FLEXO 150 – 180 Vengono ad esempio utilizzate in:

  • ascensori
  • candele magnetiche
  • cartelli e targhe (pubblicitarie)
  • cilindri pneumatici
  • espositori (es. porta coltelli)
  • giochi e giocattoli
  • giunti magnetici
  • innumerevoli altre applicazioni